giovedì 27 settembre 2007

LIFELINE: comunicazioni vitali da Ben Harper


Harper pubblica con frequenza e qualità sorprendenti. Gli anni in cui doveva affermarsi avendo in dote le note più urgenti e i temi più freschi da trattare sono passati, il ragazzo avrebbe meritato indulgenza se avesse chiesto di rallentare. Invece si conferma ad ogni uscita come la più brillante certezza di quell’universo che abbraccia il rock più classico e istinti da underground. Rispettato, lucidamente infallibile, impegnato bravo e bello, Harper sembra la rockstar perfetta per i nostri tempi, e forse lo è. La sua migliore qualità risiede nel modo sobrio ed elegante di affrontare lo studio di registrazione. Passata la sbornia di reggae, hip hop, ritmi africani e punte di elettronica, oggi i suoi album hanno il passo di quelle produzioni che non si fanno più, l’avvolgente calore di certi capolavori primitivi. E’ lecito pensare che se gli Stones di Beggar’s Banquet e la Band di Music From Big Pink si fondessero, affidando il microfono a Otis Redding, il primo sussulto sarebbe Fool For A Lonesome Train. E anche quando si spalancano le porte di Need You Tonight e Heart Of Matters la sensazione è di trovarsi al Monterey Pop Festival anziché al Bonnaroo.
Lifeline, nato a Parigi, è un raduno di emozioni che arrivano da lontano ma parlano il linguaggio indignato dal mondo di oggi.
E.L - da Rolling Stone # 47, settembre 2007

14 commenti:

Paolo Vites ha detto...

ma allora The Magic Rat esiste veramente! pensavo se lo fosse inventato Bruce.... welcome nella giungla dei blog... it was about time! and thanx for the link, mucho appreciated...

ps: aspettiamo con ansia il tuo post a proposito di Magic....

sergio the rising ha detto...

Come sai, penso che "...è il cammino che fa la strada". E il tratto comune della Route 61 è stato ed è uno dei più imortanti e belli per me. Sono felice di poterti vedere, anche se solo virtualmente, ogni giorno.
Un abbraccio forte, bro

lebowski ha detto...

Finalmente non dovrò inseguire i tuoi pezzi in giro per il web!! Thanks man e lunga vita al neonato blog!

mrdane ha detto...

visto che non so che cosa sia un blog, vorrei sapere se si possono scrivere parolacce.

panda ha detto...

finalmente, era ora, cosi metti in ordine e condividi tutti quegli appunti.
aspettiamo tutti la consueta disamina canzone per canzone
auguri al nuovo Blog nato nella notte di magic.

Vivated ha detto...

Saluto il grande Ermanno.
Mi raccomando nutri la creatura (questa) che ti seguo.

Ted Disbanded

patrizia de rossi ha detto...

Era ora che avessi anche tu un blog!!!

(e che blog)

pata

Ermanno Labianca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
J ha detto...

Speriamo che il tuo blog diventi affollato come quello di Grillo!
Ottima scelta aprire con Ben Harper,condivido in pieno la recensione. E' l'unica star che ho messo in cima tra i miei amici su myspace.
Abbracci
jonis

Ermanno Labianca ha detto...

Ma si, mrdane, ok per le parolacce, ma solo quelle che conosci senza consonanti. Vai libero.

Saby G ha detto...

What can I say, great & eloquent words from a awesome writer..or Blogger would be the correct nomenclature I suppose!! Always a fun ride reading your comments and rebuttals bro, it's a trip down memory lane every time!..Can't wait to hear Magic, I'll be posting my 2cents worth soon!..Republicans & right-wing neocons should just shut-up and read the righteous, but not rhetorical words of the big "E".."I met the future of Rock'n Roll journalism in Italy, and his name is Ermanno Labianca"--a phrase that should be copyrighted! Thanks bro, keep that keyboard on fire! Saby

marco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e