giovedì 8 gennaio 2009

IL MEGLIO DEL 2008


E' proprio vero che ognuno ha la fine che si merita. George Bush figlio, il presidente uscente degli Stati Uniti, ci ha regalato l'immagine più bella del suo duplice mandato: qualcuno gli ha tirato due scarpe addosso, mancandolo di poco.
Il gesto di un giornalista iracheno come simbolo del desiderio di mezzo mondo. L'immagine più bella che quel mezzo mondo potesse desiderare è mossa ma indimenticabile, quasi quanto la doppia torsione praticata da Bush per schivare i mocassini.
"Quello che ha lanciato le scarpe a Bush" si piazza di diritto in cima alla lista del "meglio del 2008", anzi del meglio secondo me. Segue "quello che ha colorato di rosso l'acqua della Fontana di Trevi", non tanto per lo spirito politico che lo ha animato quanto per l'originalità e la creatività. Lucida follia da premiare.
Poi qualche album, qualche canzone, una manciata di film e libri, un paio di giocate di Antonio Cassano e l'ennesimo "cucchiaio" di Francesco Totti (questa volta al Lecce, teatro lo Stadio Via del Mare).

13 commenti:

silvano ha detto...

Averlo saputo otto anni fa che in fondo bastava una scarpa...

Vernè ha detto...

Ha ragione Silvano...
Certo che una bella risata me la sono fatta. Una volta si diceva "ti prendo a pesci in faccia"...dal 2009 aggiornare il proverbio,please.

Francesco Santoro © ha detto...

Ciao Ermanno!
Ho divorato con sincera ammirazione il tuo eccellente articolo scritto per Jam.
In particolar modo, ho trovato esaustiva e ricca di spunti la stesura dell'analisi sul periodo "post-acustico".
Assolutamente condivisibile la tesi in cui asserisci che Bruce "sembrava pronto a mettere sotto chiave per sempre le prodezze da rocker che lo avevano avvicinato al cuore di tanti e indugiava, body and soul, in quel viaggio da folksinger che se da un lato lo nobilitava (delizia per i critici, da quel punto in poi, anche quelli precedentemente scettici) dall’altro sembrava soffocarlo in un percorso un po’ troppo claustrofobico per un atleta del palco come lui.". Perfetto!
Mi domando (anche se sono quasi certo di conoscere la risposta): perchè non pubblichi sul tuo blog l'articolo in questione?
Il mensile, d'altronde, l'ha messo on line.
Daresti a tutti i tuoi lettori la possibilità di apprezzarlo.
Stand on it!

Ermanno Labianca ha detto...

Ciao Francesco, grazie per i tuoi commenti. Credo che l'articolo sia troppo lungo per apparire sul mio blog. Sta bene sul sito di Jam, dove hanno una diversa impaginazione. Però mi hai dato un'idea. Posso segnalarlo sul mio sito e mettere il link a quello di Jam. E' più pratico, no?
Ciao, Ermanno

Anonimo ha detto...

My size is 43(EUR) or size 10(USA), no need to throw any shoes at the incoming President, if anything, we will applaude him for his courage and admiration. So many Service Memebers, innocent civilians and allies lost their lives for an unnecessary war(s), they paid with the ultimate sacrfice. Prez 43 got what he deserved, a couple of shoes.

Saby

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good